“IL PESO DEL LAVORO”

Supponiamo per assurdo che trovare lavoro in questo periodo sia facile, non lo sarebbe comunque per le “ bodyscorrect”! Si miei cari purtroppo la ricerca di un lavoro dove l’aspetto esteriore non incida è ancora complicata!

Dalla commessa alla segretaria alla babysitter al  ministro della salute ( vedi il polverone alzato dopo l’elezione d Maggie De Block in Belgio) il tuo aspetto spesso “pesa” più delle tue capacità!

Ma partiamo subito con la consegna del Curriculum Vitae, ormai è di prassi (quasi regola) dover consegnare una fotografia INTERA del candidato. Cioè quindi non basta più riempire il modello cartaceo con tutti quei paroloni scelti con cura che vanno ad indicare : SONO CAPACE NEL MIO LAVORO, no, devi portare pure una tua gigantografia dove si veda anche se hai carie o otturazioni…

Eh bhè certo se hai il naso aquilino, le gambe storte, ma sopratutto se sei grassa uno lo deve sapere, eh mica può perdere tempo con un colloquio dove stabilire o meno le tue capacità, No, perché anche qualora fossi il nuovo Stachanov, il tuo aspetto deve essere migliore delle tue capacità.

Ovviamente generalizzo e per fortuna non è sempre così ma trovi sovente situazioni del genere.

La commessa negli store d’abbigliamento ad esempio, è forse quelli più penalizzata. Però dobbiamo riconoscere una certa coerenza , eh si certo, perché se io vendo mini taglie striminzite, indossate da modelle striminzite, comprate da ragazzine striminzite, una commessa plus non avrebbe senso d’esistere li dentro, eh si perché è noto a tutti che la capacità di vendita è prerogativa solo delle donne non grasse!

Allora ok provo a fare la barman…. ma anche li NiENTE, i ragazzi quando si dissetano, vogliono la stangona 42 , che non importa se è capace di riconoscere la gassosa dal gyn… ma deve essere convenzionalmente attraente.

Ok allora voglio fare la segretaria….. “ehm signorina, cercavamo una persona di bella presenza, non fraintenda lei ha un viso bellissimo ma ci riprovi dopo la dieta”!

Allora dal momento che uno vorrebbe solo fare il suo lavoro e portare lo stipendio a casa e non sfilare con il micro intimo di Victoria Secret ( anche se le ali mi stanno da incanto credetemi) si pone una domanda logica…. che peso ha il lavoro????

Oramai ogni aspetto della vita è strettamente collegato dalle regole stabilite dai target proposti! La cultura dominante influenza come vi dicevo ogni aspetto, dalle relazioni al lavoro, vi è addirittura , negli Stati Uniti, un’azienda che nei requisiti d’assunzione richiedeva l’indice di massa corporea!

Alcuni studi , inoltre confermano che a parità di competenze la persona in sovrappeso sarà quella scartata come prima!

Importante  è quindi la condivisione sia di esperienze negative che positive…. Ma sopratutto una maggiore esposizione mediatica di esempi positivi di modelli plus, (come ho sostenuto in altre occasioni) credo sia un passo che aiuterebbe a superare tutte queste barriere!

Purtroppo la questione del pregiudizio e della discriminazione sul lavoro è sempre più diffusa ma poco denunciata, e se ne parla sempre meno! Il mio consiglio però resta sempre quello di non rinunciare, provare sempre! Esempio straordinario è quello di Tess Munster che ha dimostrato a tutti che basta combattere per quello che si vuole…

Eh bene si, lei ha dovuto combattere per diventare una modella nonostante volesse rappresentare proprio il suo genere fisico e la sua taglia ma ora è una top model con tanto di contratto ma sopratutto un grande esempio per tutte noi!

effyourbeautystandards

Annunci

3 pensieri su ““IL PESO DEL LAVORO”

  1. Io sono in cerca di lavoro, e ogni volta per me è un incubo. Se vedo un annuncio in un bar inizio a farmi mille complessi, del tipo ‘sono troppo grassa’ oppure ‘sicuramente mi diranno no perchè non rientro nei loro canoni’. E allora per evitare figuracce evito e neanche mi presento. Sbaglio, lo so, ma è più forte di me. L’insicurezza mi limita troppo, in tutto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...